Archivio dell'autore: zaleuco

Le mappe di Hic Rhodus: 14 – Europa matrigna?

Hic Rhodus

Parliamo spesso di Europa, di Euro, di situazioni in evoluzione nel nostro continente (in questi giorni la Grecia tiene banco, ma precedentemente l’Ucraina, i micro-nazionalismi esasperati…). Abbiamo riepilogato in questa mappa (clic per ingrandire) i post più strettamente collegati al tema dell’Europa ma i nostri lettori potranno trovare molto altro.

Mappa 14 Europa matrigna

Vi forniamo qui di seguito i link dei testi richiamati nella mappa: 

View original post 224 altre parole

Annunci

Rule, Germania

A Very interesting point of view about the German position about debt cutting.

 

Rule, Germania.

 


“Sbarchi in aumento solo dell’8 %” I veri numeri sull’emergenza profughi (FABIO TONACCI)

#immigrati. Il Nord Italia imparerà mai a vergognarsi?

Triskel182

I numeri

In Veneto 5 mila rifugiati, in Sicilia il triplo. Il Viminale: “I primi cittadini disertano le riunioni con i prefetti e poi protestano”.

ROMA. La matematica dell’accoglienza non è un’opinione, fin tanto che la politica ne resta lontana. Altrimenti succede che 19 profughi a Casale San Nicola alle porte di Roma sembrino cento, mille, diecimila, una sorta di orda ingestibile. I numeri, quelli veri, ripuliti dalla propaganda di Lega Nord e non solo, raccontano che al momento non c’è stata la tanto paventata invasione dalle coste africane. E anche che il sistema Paese — stando ai calcoli del Viminale — è in grado di sopportare senza andare in stress 140-150 mila richiedenti asilo. Quanti sono quelli accolti oggi? 84.558. Meno della metà di quelli che gestisce la Germania (circa 200mila), un ventesimo di quelli che si accolla il Libano. Per dire.
«Tra 500.000 e un milione sono pronti a partire…

View original post 446 altre parole


Ai Popoli in #Europa

L’alba del terzo millennio ci vede davanti a grandi responsabilità e davanti a una ancora più grande opportunità. Nel momento di massima tensione tra i vari Popoli che vivono in Europa si scorge una motivo di speranza per un futuro migliore, un futuro di Unità e Fratellanza.

La recente crisi che ha visto contrapporsi le coscienze europee a tutti i livelli, da quello delle più alte rappresentanze politiche internazionali a quello della più comune normalità, ha risvegliato dentro ogni cittadino europeo una consapevolezza finora dormiente: la coscienza di essere parte di qualcosa di straordinario come un’Unione di Popoli che annulla ogni confine fisico e mentale.

Dai laghi finlandesi fino alle assolate spiagge della Sicilia, dai lidi portoghesi fino al Corno d’Oro una sola voce ha commentato lo svolgersi del dibattito, aspro a volte, altre volte basato sulla comprensione: la Voce di un Entità Europea composta da persone comuni.

Si ode il ribollire di un crogiolo di coscienze che volgono la propria attenzione al sogno europeo di quelli che più non sono, per valutarlo e per giudicarlo. Si sentono critiche, suggerimenti e proposte. Finanche le persone più disinteressate ai fatti politici esprimono il loro pensiero, discutono di Europa. Si recrimina e ci si sforza di capire. Ci si chiede come mai potrà essere possibile far diventare una vera Unione quello che ancora lo è solo di nome, e di valuta. Le idee sono tante, le illusioni altrettante.

Le menti si scuotono, i cuori si scaldano.

Gli europei tengono all’Europa, a un’Europa Unita, a un’Europa Unita che sia Patria per tutti i suoi figli.

Ecco la canzone che si sente risuonare da ogni angolo d’Europa.

Le incertezze esistono e sono importanti, ma tutto quello che serve esiste già: gli Europei e il desiderio di essere un’unica e grande Nazione Europea.


Da Rocco Gaetani ai “Giovani Crotone”: la retorica gentista senza prospettive

Il Pitagorico

Sopra Rocco Gaetani, sotto i fondatori del "MGC" Sopra Rocco Gaetani, sotto i fondatori del “MGC” Il “Gentismo” è una nuova – poi non più di tanto – corrente di pensiero nata sull’onda dilagante del “grillismo” che ha investito, in pieno, il nostro paese intorno al 2011. Non a caso, tra i suoi più illustri esponenti, spiccano i nomi dei vari Di Battista, Sibilia, Taverna; e tra i suoi simpatizzanti più agguerriti, un’orda impazzita di elettori Cinque Stelle. Dalla sua instaurazione, per merito di Beppe Grillo, la corrente ha però abbracciato diversi colori politici e strati sociali; a Destra, ad esempio, l’hanno adottata la Meloni e Salvini, a sinistra Landini. Essere “Gentista” significa occuparsi di tutti e di tutto, al di là dell’opportunità e delle competenze. Essere “Gentista” è oggi un dovere civico: altrimenti fai parte del male e della casta.

A livello nazionale, il “Gentista” medio, si caratterizza per la sua straordinaria attenzione verso problematiche di carattere…

View original post 681 altre parole


Addio al roaming internazionale in UE?

Mercoledì la commissione per l’Industria ha approvato l’accordo tra Consiglio e Commissione sulla fine del roaming. I costi legati al roaming dovrebbero diminuire già dall’anno prossimo, mentre dal 15 giugno 2017 chiamare o mandare un’email dall’estero costerà lo stesso che dal proprio paese d’origine.

 

  • L’Unione europea ha cominciato a ridurre i costi legati al roaming già dal 2007.
  • Il Parlamento ha chiesto più volte che questi costi venissero eliminati del tutto.
  • Il 30 giugno 2015 il Parlamento, il Consiglio e la Commissione hanno trovato un accordo sul ‘pacchetto telecomunicazioni’ che dovrebbe abolire il roaming a partire dal 15 giugno 2017.
  • Dal 30 aprile 2016 al 14 giugno 2017 ci sarà un periodo di transizione in cui gli operatori telefonici potranno ancora addebitare dei costi minimi legati al roaming (Esempio: Se a livello nazionale una chiamata costa 8 centesimi al minuto, all’estero non potrà superare i 13 centesimi al minuto).
  • L’accordo tra Parlamento e Consiglio prevede anche le prime regole sulla neutralità della rete a livello europeo che garantiscono un libero accesso ai contenuti in rete.

Qui il “tariffario


The modern Greek tragedy | VOX, CEPR’s Policy Portal

The modern Greek tragedy | VOX, CEPR’s Policy Portal.